Per acquistare In Prima PersonaEd. Alegre clicca qui

Comitati e vertenze territoriali di città, paesi, quartieri. In lotta contro decisioni calate dall’alto, per difendere il “bene comune”, la qualità della vita, il futuro dei figli, le proprie città, i diritti fondamentali. Storie di cittadini e cittadine che non si sentono più rappresentati e che in mancanza di tutele e privati del diritto al futuro scelgono di agire in prima persona. Dalla battaglia contro l’inceneritore di Albano alla NoTurbogas di Aprilia, dai comitati NoFly di Ciampino e Viterbo al NoCoke dell’Alto Lazio; dai No Corridoio Roma-Latina al comitato di quartiere Pigneto-Prenestino; dalla lotta per la casa fino alla difesa dei migranti o al comitato delle Madri per Roma città aperta. Un viaggio nella mobilitazione invisibile di Roma e Lazio, una mappa ragionata e raccontata di lotte esemplari, di persone in carne e ossa, di slogan e parole d’ordine che non trovano spazio nei media ufficiali ma che fondano le ragioni e le speranze di un’altra politica. (altro…)

Annunci

Questo sito al momento non è aggiornato. Speriamo di tornare al più presto ad aggiungere notizie ed inchieste dai territori.

Si allontana la possibilità che la vecchia centrale Enel di Porto Tolle (Rovigo) venga riconvertita a carbone. Il Consiglio di Stato ha annullato infatti oggi il decreto con cui il 29 luglio 2009 il ministero dell’Ambiente aveva dato parere positivo alla Valutazione d’impatto ambientale del progetto. Atto formale siglato dal ministro Stefania Prestigiacomo, ma che aveva preso il via nel lontano 2005 sotto la gestione di Alfonso Pecoraro Scanio ottenendo dall’esponente verde nel 2007 un ok condizionato ad una serie di migliorie nel controllo delle emissioni di ossido di zolfo e particolato. (altro…)

Da Unonotizie

CIVITAVECCHIA, NEGATA AUTORIZZAZIONE A CENTRALE TORREVALDALIGA SUD: quarto gruppo dell’impianto dovrà essere smantellato. ultime notizie – Il mancato rilascio dell’Autorizzazione Integrata Ambientale alla centrale Torrevaldaliga Sud di Tirreno Power rappresenta una buona notizia per la città e per il comprensorio. Da oggi, infatti, l’aria che respiriamo avrà una fonte in meno di emissioni inquinanti, ovvero l’antico quarto gruppo di Torre Sud, quello, per intenderci, con il camino più alto. (altro…)

APPELLO della Rete No Ponte – Comunità dello Stretto CORTEO NAZIONALE NO PONTE DEL 14 MAGGIO A MESSINA dalle ore 16 in Piazza Cairoli

L’iter della costruzione del Ponte sullo Stretto ha già dilapidato svariate centinaia di milioni di euro; 110 di questi solo nell’ultimo anno per la redazione del progetto definitivo e i sondaggi geognostici che hanno riempito le città di Messina e Villa San Giovanni di trivelle. Da questa enorme quantità di denaro già spesa gli abitanti dei luoghi interessati dalla gran…de infrastruttura non hanno ricavato alcun vantaggio. Vantaggio hanno invece ricavato gli studi di progettazione, il General Contractor Eurolink e personaggi come l’Amministratore Delegato della Stretto di Messina S.p.a. Pietro Ciucci che ha ricoperto più di un incarico di commissario. Tra i costi va annoverata anche la cessione di immobili ad Eurolink, senza contropartita significativa, da parte dell’Università di Messina. L’incubatore d’impresa, originariamente destinato a favorire la nascita di attività imprenditoriali di giovani neolaureati, è diventato di fatto centro direzionale per i lavori del Ponte. (altro…)

Da controlacrisi.org

Di Ylenia Sina- Privatizzazioni, tagli, dismissioni, parentopoli. La Roma di Alemanno si appresta ad approvare un bilancio lacrime e sangue in cui però non mancano oltre 11 milioni di euro per l’acquisto di un immobile del demanio in via Napoleone III, la sede di Casa Pound. Il conto alla rovescia verso il 30 maggio, giorno in cui la Rete Roma Bene Comune e i sindacati di base hanno indetto uno sciopero metropolitano in concomitanza con la discussione in consiglio del bilancio, è già iniziato. Giovedì mattina (12 maggio) con lo slogan «i servizi sociali sono un bene comune. I diritti non sono in vendita» gli operatori sociali “in lotta” del Comune di Roma aderenti ai sindacati di base (Usb, Cobas, Usi e Cub) insieme alla Rete Roma Bene Comune hanno protestato fuori dall’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Roma in viale Manzoni. (altro…)

da www.labur.eu

La regolamentazione delle concessioni balneari è da oggi ancor più confusa grazie al decreto legge che il Consiglio dei Ministri ha varato alle 11:53, chiamato “Decreto Sviluppo”. Il terzo punto prevede l’istituzione nei territori costieri dei distretti turistico-alberghieri per rilanciare l’offerta turistica nazionale mediante lo strumento urbanistico del ‘diritto di superficie’. Ricordiamo che gli stabilimenti balneari sono diventati dal 2001 ‘imprese turistiche’ (Legge nr.135 del 29 marzo 2001, art.7, c.1) e che la Comunità Europea ha avviato il 29 gennaio 2009 la Procedura d’Infrazione n.2008/4908 contro l’Italia, chiedendo che si facessero gare pubbliche per il rilascio delle concessioni. (altro…)

5 / 5 / 2011

Stamattina è stata sequestrata una parte della discarica di Chiaiano da parte dei NOE dei carabinieri, a seguito dell’apertura dell’inchiesta della Procura della Repubblica sulle presunte infiltrazioni camorristiche nella gestione del sito. In particolare, per l’allestimento sarebbe stata utilizzata argilla non conforme alle caratteristiche richieste, prelevata da siti del salernitano, nonché proveniente dalla stessa cava del poligono. Materiale inquinato e inadatto all’impermeabilizzazione, che avrebbe permesso il passaggio di percolato nel sottosuolo, inquinando quest’ultimo e non difendendo la falda acquifera sottostante la quale, se non ancora inquinata, lo sarà a breve, non appena il liquido tossico raggiungerà profondità maggiori.
Inoltre, sono stati posti sotto sequestro anche i laboratori che avevano effettuato le analisi prima dell’allestimento della discarica, per verificare quali siano stati i parametri utilizzati per dare inizio ai lavori. (altro…)